Gastronomia

Visitare le Marche in un percorso gastronomico tra il mistico e il reale

Il Monastero di Fonte Avellana (in provincia di Pesaro Urbino) nelle Marche.

Mangiare con i monaci nel refettorio di uno dei monasteri più antichi d’Italia, camaldolese, citato dal divino Dante, nel cuore appenninico del Monte Catria, è una esperienza da non perdere.

Il monastero Fonte Avellana

Il refettorio purtroppo è stato rimaneggiato per metterlo a norma ma non ha perso il suo fascino. Mangiare e visitare il monastero, la biblioteca, lo scrittoio degli amanuensi, il cimitero nei pressi dei monaci e priori, ascoltare concerti nella cappella o nel salone, comprare liquori infusi medicinali nella farmacia del monastero. Una esperienza mistica e divertente per tutta la famiglia.

A pochi chilometri la gola del Furlo e i tartufi bianchi di Acqualagna, il monastero di San Cristoforo appiccicato alla montagna sfidando la gravità, arcignamente difeso da pochi monaci coraggiosi.

Il Monastero di Monte Giove dietro Fano con mare sullo sfondo, Abbadia di Chiaravalle in Fiastra con refettorio rustico e ambienti austeri, San Claudio, Santa Maria col suo romanico puro, san Vincenzo al Furlo austera con pavimento di pietra rosa del Catria autentico bellissimo. Itinerari sacri di cui le Marche sono ricche e generose, di ogni ordine monastico, in luoghi suggestivi, ancora oggi,  seppur deturpati dalle costruzioni moderne.

Trattoria Il Gallo Rosso a Filottrano

Trattoria Gallo Rosso

Trattoria Gallo Rosso

Red Rooster,  Trattoria Gallo Rosso a Fillottrano (AN), un blues standard tra le colline marchigiane, dove volava alto l’aquila di Filottrano Michele Scarponi, una musica del diavolo che richiama a una tavola dai profumi intensi e inebrianti, quella di Gessica e Andrea.

Io tra Gessica ed Andrea

Una cucina solida, vera, fatta di materie prime eccelse, selezionatissime, cotture lunghe della tradizione rupestre marchigiana. Le foto dei fornitori sono appese alle pareti a dare il giusto risalto. Cucina perfetta in ricette inusuali come oca arrosto, tagliatelle del cuore, vini con ampia scelta regionale e nazionale, spumanti millesimati. Una sosta da non mancare nel cuore delle Marche. Poi una visita ai borghi e al mare, respirando Leopardi. Non è poco.

Visitate le Marche regione plurale.

 

credit foto di copertina : Viviconstile

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

PER INFORMAZIONI PUBBLICITARIE CONTATTARE LA REDAZIONE
To Top