Degustazione

I sorprendenti vini dell’Azienda Agricola Picchioni nell’Oltrepò Pavese

Ormai è veramente alto il rischio di smarrirsi nella selva delle Denominizioni di Origine Controllata italiane. Non è quindi affatto facile riuscire a rimanere coinvolti nell’assaggio di DOC meno conosciute come quella del Buttafuoco dell’Oltrepò Pavese. Ha destato quindi interesse l’assaggio dei vini dell’Azienda Agricola Picchioni Andrea, che si trova a Canneto Pavese, piccolo Comune di 1.400 abitanti in provincia di Pavia caratterizzato fino a qualche anno fa da una delle più alte densità di superficie vitata in Italia.

Gli ettari vitati dell’Azienda Agricola Picchioni sono una decina e meritoria è stata l’opera di recupero di vecchie vigne in Val Solinga.

Si tratta di un’azienda che ha avuto inizio nel 1988. Al centro del credo aziendale troviamo la vigna, per cercare poi di ottenere buoni risultati in bottiglia.

Per la DOC Buttafuoco dell’Oltrepo Pavese si prevede l’utilizzo di diversi vitigni: Barbera, Croatina, Uva Rara e Ughetta (o Vespolina). È dunque importante scegliere ogni anno il giusto assemblaggio per far assumere ai vini quella complessità e piacevolezza che sono alla base del successo di questa azienda.

Per certi aspetti i vini appaiono sorprendenti con una buona longevità, che ha le sue fondamenta sull’acidità e un tannino presente e qualitativamente ineccepibile, caratteristiche queste che garantiscono freschezza e struttura al vino negli anni.

Due i vini degustati in una verticale di tre annate: il Rosso d’Asia ed il Buttafuoco Bricco Riva Bianca, 2013, 2012 e 2008.

Buttafuoco Bricco Riva Bianca

DOC Buttafuoco “Bricco Riva Bianca” – 2013 (Croatina, Barbera, Ughetta)

Elegante, note fruttate, prugna, sentori di humus e lievi accenni di terziari anticipano una bella acidità accompagnata da tannini che ne garantiscono l’equilibrio. Schietto e diretto.  Buon connubio di sentori primari e note terziarie.

DOC Buttafuoco “Bricco Riva Bianca” – 2012 (Croatina, Barbera, Ughetta)

Un anno in più e la differenza si sente. Tannini fitti ed una buona freschezza. A naso non è da meno con sentori speziati, note di frutta secca, accenni floreali. Finale persistente.

DOC Buttafuoco “Bricco Riva Bianca” – 2008 (Croatina, Barbera, Ughetta)

Il corredo aromatico è ampio, con sentori floreali che si accompagnano a note di pepe, vegetali e balsamiche. Buon equilibrio con acidità e tannino sullo stesso piano, che vanno a compensare le componenti morbide.

Rosso d’Asia

Vino rosso I. G. T. Rosso d’Asia – 2013 (Croatina, Ughetta)

Vino di gran longevità e freschezza, con materia notevole e tannini presenti ma setosi. Il corredo aromatico presenta sentori di cera lacca e cuoio, completati da ricordi di caffè e nocciola.

Vino rosso I. G. T. Rosso d’Asia – 2012 (Croatina, Ughetta)

Bouquet ampio, in evidenza note floreali, poi spezie, frutta secca, origano e pepe bianco. Freschezza notevole e allo stesso tempo piacevole. Lungo a palato. È diretto e lineare.

Vino rosso I. G. T. Rosso d’Asia – 2008 (Croatina, Ughetta)

Pur avendo nove anni, mantiene una freschezza invidiabile. Note speziate, di frutta secca, di pietra focaia, anticipano la grande potenza dell’assaggio. Un finale di grande persistenza ne esalta lo spessore.

Fabio Cristaldi

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

PER INFORMAZIONI PUBBLICITARIE CONTATTARE LA REDAZIONE
To Top