News

GUIDA I VINI D’ITALIA 2018 DEL GAMBERO ROSSO: LA PRESENTAZIONE ED I TRE BICCHIERI.

La lunga attesa è terminata. Dopo le anticipazioni dei giorni scorsi, finalmente a Roma è stata presentata la Guida Vini d’Italia 2018 del Gambero Rosso nella splendida cornice dell’Auditorium del Massimo. La Guida, tradotta in tedesco, inglese, cinese e giapponese, giunta alla trentunesima edizione , ancora una volta, racconta l’enologia italiana regione per regione, premiando produttori affermati ed emergenti, provando ad intercettare le nuove tendenze del buon bere. L’obiettivo è, sempre più ambizioso, rappresentare non solo un utile e prezioso strumento per gli “addetti ai lavori”, enoappassionati ed enoturisti, ma anche un valido e utile “strumento” per orientare le scelte di curiosi ed amanti del bere di qualità.

I Curatori della guida : Gianni Fabrizio,                    Eleonora Guerini e Marco Sabellico

Una domenica da ricordare quella del 22 ottobre 2017, che ha visto come protagoniste le 436 etichette premiate con

Team di degustazione

i Tre Bicchieri.

Sul podio delle regioni aventi il maggior numero di riconoscimenti dei Tre bicchieri, salgono nell’ordine, al primo posto il Piemonte con 77 etichette premiate, per un soffio segue la Toscana con 76 vini e conquista la terza posizione il Veneto con 41 .
Quest’anno da segnalare il gradito ritorno in Guida, dopo anni di assenza, del Ticino che si fa notare con due Merlot premiati con i Tre Bicchieri.
L’Alto Adige non tradisce le previsioni con 27 vini premiati con il massimo riconoscimento, seguito dal Friuli Venezia Giulia che se ne aggiudica ben 26. Ma nel panorama delle eccellenze enologiche si fa sentire a gran voce anche la Campania con 23 riconoscimenti, così come la Lombardia trainata dall’areale franciacortino (23). La Sicilia si conferma regione di spicco conquistando 22 Tre bicchieri, così come le Marche (21) e l’emergente Emilia Romagna con 16. La Puglia si distingue con 13 vini di cui 8 ottenuti da Primitivo. Seguono con 12 vini premiati il Trentino e la Sardegna.
L’Abruzzo porta a casa 11 riconoscimenti tra Cerasuolo, Montepulciano d’Abruzzo, Pecorino e Trebbiano d’Abruzzo. Mentre l’Umbria su 9 vini premiati dimostra la supremazia dei propri rossi pari a 6, tra cui 4 assegnati al Sagrantino di Montefalco. In Liguria, invece, domina il bianco con 7 vini, per la maggior parte da Vermentino e Pigato. Il Lazio rimane stabile a quota 7 con la variante dell’emergente Frascati Superiore. La Valle d’Aosta mantiene gli standard dello scorso anno con 6 riconoscimenti, diversificando la squadra dei “best wine” con la presenza di un Passito ed un Nebbiolo, mentre l’Aglianico del Vulture, come sempre, è il solo protagonista in Basilicata con 5 i vini premiati. La Calabria sale a 4 riconoscimenti con due esordi: Passito Mastro Terenzio e Neostòs degli Spiriti Ebbri. Infine il Molise, che vede riconfermato l’Aglianico della famiglia Di Majo Norante.
La Guida Vini d’Italia del Gambero Rosso riserva ogni anno uno spazio alla categoria dei Premi speciali, attribuiti per celebrare vini, aziende e filosofie che si sono distinte nella panoramica vinicola. In tale ambito una gradita novità. Accanto alla rosa dei 9 premi speciali – già noti come: Bollicina dell’Anno, Bianco dell’Anno, Rosso dell’Anno, Dolce dell’Anno, Miglior Rapporto Qualità Prezzo, Cantina dell’Anno, Cantina Emergente, Viticoltore dell’Anno e Vitivinicoltura Sostenibile , si aggiunge un riconoscimento al Progetto Solidale. Il mondo vinicolo ha già dimostrato di poter incidere positivamente nella promozione della vitivinicoltura sostenibile ed ora esprime un ulteriore interesse verso il settore del sociale. Così il premio Progetto Solidale intende premiare persone e aziende che abbiano mostrato una particolare sensibilità sociale. E’ stata premiata Elisabetta Fagiuoli dell’azienda toscana Montenidoli che ha creato una fondazione con l’intento di fornire assistenza abitativa ad anziani e giovani in difficoltà.

Elisabetta Fagiuoli, Azienda Montenidoli

I Premi Speciali 2018 :

Rosso dell’Anno : Valtellina Superiore Sassella Rocce Rosse Riserva 2007 – Arpepe.

                 Bianco dell’Anno : Fiano di Avellino Pietramara 2016 – I Favati

Bollicine dell’Anno : Marcalberto Extra Brut Millesimo2mila12 M. CL. 2012 –       Marcalberto

 Vino Dolce dell’Anno : Malvasia delle Lipari Passito 2016 –  Caravaglio

Malvasia delle Lipari 2016, Caravaglio

Miglior rapporto qualità prezzo : Romagna Sangiovese Superiore Sigismondo 2016, figlio di un progetto speciale dell’azienda Le Rocche Malatestiane

Cantina dell’Anno 2018 : Masi della famiglia Boscaini
Cantina Emergente : gruppo dei calabresi Spiriti Ebbri
Viticoltore dell’Anno : Stefano Amerighi
Vitivinicoltura Sostenibile : Ferrari della famiglia Lunelli che da anni si impegna con convinzione in questo settore.

Progetto Solidale : Elisabetta Fagiuoli dell’azienda toscana Montenidoli 

In guida, inoltre, i Tre Bicchieri Verdi 2018, riconoscimento aggiuntivo ai vini prodotti da aziende che hanno evidenziato una particolare attenzione nei confronti del rispetto dell’ambiente e della sostenibilità. Sono 99 i vini insigniti di tale riconoscimento, espressione di aziende che lavorano in regime biologico o biodinamico sotto il controllo di enti certificatori ufficiali.

Premiazione e degustazione

Nel pomeriggio allo Sheraton Rome Hotel, i protagonisti della giornata (tutti i vini insigniti dei Tre Bicchieri) sono stati offerti agli ospiti in degustazione in compagnia dei produttori.
Con piacere segnaliamo due dei vini per noi più emozionanti.

Alto Adige Müller Thurgau Feldmarschall Von Fenner 2015 – Tiefenbrunner proveniente dal vigneto più alto dell’azienda posto a 1000 metri di altitudine. Bouquet di straordinaria complessità, connotato da una prepotente nota minerale di pietra focaia, accompagnata da sentori di pesca bianca, albicocca ed aromi floreali con cenni di salvia e gelsomino. Elegante, raffinato e ben strutturato nel corpo, supportato da una piacevole acidità che si fonde in un sorso energico e persistente che richiama sentori minerali, un vino che può durare nel tempo .

Collio Ribolla Gialla di Oslavia Riserva 2013 – Primosic, sorprendentemente intenso e complesso, esplodono al naso note di fiori d’acacia, scorza di agrumi ed una mineralità avvolgente. Al gusto sprigiona affascinanti aromi evoluti di albicocca e frutta secca per chiudere con un indimenticabile finale che rievoca sentori  di albicocca, polpa di castagna e suggestioni minerali.

Per scoprire i vini riconosciuti eccellenti dalla Guida Vini d’Italia 2018 del Gambero Rosso, segnalati qui di seguito secondo una ripartizione geografica, sarà opportuno cliccare sui seguenti link :

 

TRE BICCHIERI 2018 – NORD ITALIA

TRE BICCHIERI 2018 – CENTRO ITALIA

TRE BICCHIERI 2018 – SUD ITALIA

Salvatore Del Vasto & Sabrina Signoretti

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

PER INFORMAZIONI PUBBLICITARIE CONTATTARE LA REDAZIONE
To Top