Aziende

E’ veramente finito il mito di BIONDI SANTI a Montalcino ? La tenuta il Greppo è veramente in vendita?

Mentre si stà svolgendo il 50 esimo Vinitaly sono trapelate delle notizie su una possibile vendita di una delle più conosciute aziende di Montalcino : BIONDI SANTI.

Le indiscrezioni fanno riferimento alla tenuta del Greppo, dove la famiglia Biondi Santi produce il Brunello ormai da tantissimo tempo conosciuto in tutto il Mondo e divenuto un icona per i tanti winelovers , che si contendono le vecchie annate pagandole cifre rilevanti.

 

franco-biondi-santi

Franco Biondi Santi

 

Biondi Santi è un mito nel mondo enologico, la figura Franco Biondi Santi , è sempre stata un emblema di Montalcino, sentirlo parlare era come degustare i suoi vini , le sue parole trasmettevano, a chi aveva la possibilità di sentirlo, certezze.

Si parla di cifre altissime per una vigna seppur molto estesa , parliamo di 47 ettari di cui circa 25 ettari di Sangiovese grosso, le indiscrezioni parlano di una base di partenza di 55 milioni di euro , che potrebbero superare i 100 milioni  di euro se si sviluppasse un asta.

E si  i presupposti ci sono tutti perché ciò avvenga, dato che importanti multinazionali del lusso, già presenti nel mondo enogastronomico , come LVMH e PRADA, potrebbero essere interessate ad aggiungere al loro portafoglio di aziende un marchio così prestigioso, senza contare ad altri pretendenti, cinesi e russi in prima fila, che potrebbero essere affascinati da possedere una  proprietà così blasonata.

 

Tenuta il Greppo a Montalcino

 

Ma torniamo alle indiscrezioni, il tutto sarebbe legato alle profonde difficoltà economiche in cui versa l’intero scenario mondiale e  il mondo vinicolo non ne è esente.

Se a questo sommiamo l’aspetto che buona parte delle aziende Toscane, sono state negli ultimi decenni sovvenzionate dalla Banca di Rocca Salimberni, il MPS Siena,  per competere in un mondo in continua evoluzione, dovremmo avere un idea più precisa di casa sta succedendo.

In questo caso il mondo vinicolo si intreccia con il mondo bancario e quello politico, la crisi dei secondi due portano ripercussioni anche molto importanti sulla prima, così le difficoltà che ha incontrato la Banca MPS negli ultimi anni può essersi facilmente ripercossa sull’andamento economico di questa azienda ma non solo.

I finanziamenti che una volta concessi in modo benevolo , considerando la tradizione delle aziende e dei loro proprietari , oggi non sono più possibili.

Le regole della finanza globale e del risanamento imposto dalla Comunità Europea e dalla BCE ( Banca Centrale Europea ) non permettono più di fare valutazioni che non tengano conto dei bilanci e della posizione finanziaria di un azienda.

Se poi questi nuovi parametri vengono imposti ad una banca che per tantissimi anni è stata utilizzata dalla politica, creando un ammanco di notevoli dimensioni, che  ultimamente ha spinto ad   cambi della guida ed a un risanamento da raggiungere nel minor tempo possibile, possiamo supporre che tutto ciò può aver influito sulla possibile decisione della Fam. Biondi Santi di decidere di vendere una parte della loro storia .

Per quanto possa essere giusto risanare un azienda e concedere fondi soltanto a determinate condizioni, tutto ciò non può essere fatto troppo in fretta sopratutto in momenti così difficili, perché questo comportamento rischia di creare problemi più gravi, se non dal punto economico, dal punto di vista umano.

E secondo indiscrezioni, la possibilità che la Banca MPS abbia in pegno una certa consistente fetta  dell’azienda , può aver spinto la Fam. Biodi Santi a ragionare sulla possibilità di vendere parte dell’azienda, e non sarebbe il primo caso avvenuto negli ultimi anni.

In questo ipotetico contesto, si scontrano le diverse vedute tra i membri che compongono la Famiglia Biondi Santi, la contrapposizione tra coloro che vorrebbero non lasciare ad altri il patrimonio di una famiglia si scontra con quelli che vorrebbero lasciare e ritirarsi in una realtà più comoda, lasciando ad altri di confrontarsi in un mondo economico divenuto così spietato.

Dove il profitto diviene lo scopo principale dell’azienda , lasciando morire tutti quei valori che hanno sempre caratterizzato il mondo vinicolo.

Abbiamo parlato di un caso di cui non abbiamo ancora certezze, ma solo indiscrezioni, tuttavia queste situazioni accadono di continuo nel panorama vinicolo, ma nessuno ne parla mai perché trattasi di piccole realtà.

Tali notizie vengono alla luce soltanto se parliamo di figure di spicco nel panorama mediatico o se a tali situazioni sono legati episodi tristi, come un suicidio.

Per questo pur riportando queste indiscrezioni, che il Sole 24 Ore ha pubblicato nella giornata del 10 Aprile 2016, ho una piccola speranza che tutto ciò svanisca e il blasone dei Biondi Santi continui a splendere in tutto il Mondo con la Tenuta del Greppo.

Daniele Moroni

 

 

 

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

PER INFORMAZIONI PUBBLICITARIE CONTATTARE LA REDAZIONE
To Top