News

Due straordinari vini a Sangiovese Purosangue a Roma

Spesso si associa il Sangiovese solo a denominazioni molto famose come Brunello di Montalcino, Vino Nobile di Montepulciano o Chianti Classico.

In verità questo straordinario vitigno esprime grande carattere anche in altri territori ed addirittura in altre regioni diverse dalla Toscana.

Ed è proprio durante Sangiovese Purosangue a Roma, organizzato dal bravissimo Davide Bonucci, che mi hanno colpito due vini che vi voglio descrivere.

VAL DI CORNIA

SANT’AGNESE   Azienda situata al centro del promontorio di Piombino. La posizione beneficia della vicinanza del mare che apporta una ventilazione continua e mitiga la temperatura nelle annate più calde. Tutto ciò, oltre a garantire la salute delle uve, consente il ritardo nella potatura delle vigne e nella vendemmia, che avviene alla fine di settembre, cosicchè i vini risultano più “freschi” del dovuto.

I.G.T. LIBATIO 2008   Vino di punta dell’azienda ottenuto da Sangiovese Grosso 100 % , matura 24 mesi in barriques di 2° passaggio.

Colore rosso granato fitto con lievi note di cedimento sull’unghia. Naso pieno con frutta rossa in evidenza (cassis, confettura di ciliege) , nota di liquirizia e tannini ancora presenti ma gradevoli. Bocca piena, equilibrata e di buona persistenza con ritorni dell’olfattiva.

SICILIA, ETNA

I.G.P. TERRE SICILIANE ROSSO VIGNA BENEDETTA 2015

I.G.P. TERRE SICILIANE ROSSO VIGNA BENEDETTA 2015

TENUTA BENEDETTA   Piccola azienda con vigneti di Carricante, Nerello Cappuccio, Nerello Mascalese e Sangiovese situati a Castiglione di Sicilia, sul lato nord-est, ed a Milo sul lato est dell’ Etna.

I.G.P. TERRE SICILIANE ROSSO VIGNA BENEDETTA 2015: Vino singolare ottenuto  da uve Sangiovese 100 %, probabilmente il Sangiovese più meridionale del mondo. Già l’etichetta attira l’attenzione fissandoti con due occhi femminili da lontano. Vigneti situati a 700 metri s.l.m. su terreni vulcanici ed allevamento ad Alberello Etneo, con densità di 10.000 ceppi per ettaro.   Vendemmia a mano a fine settembre. La fermentazione viene effettuata a temperatura controllata in tini tronco conici di acciaio. La maturazione del vino dura circa 14 mesi in barriques e tonneaux di rovere francese. Segue affinamento in bottiglia per 12 mesi. Colore rubino fitto.Naso importante con note di frutta rossa in evidenza (mora ed amarena), liquirizia, grafite e finale lattico. Bocca larga ed equilibrata, calda, tannicità levigata, freschezza e gradevolezza. 13,5 %. Bel vino, purtroppo prodotto in poche bottiglie, che è risultato il “coup de coeur” della serata.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

PER INFORMAZIONI PUBBLICITARIE CONTATTARE LA REDAZIONE
To Top