Champagne

Champagne Robert Barbichon. Le sorprendenti bollicine biodinamiche della Côte des Bar.

La Côte des Bar si estende nel dipartimento dell’Aube e si distingue dalle altre ben più rinomate aree viticole della Champagne anche per essere distante circa 140 km dai centri più famosi di Reims e di Epernay. Una distanza che nel 1911 ha escluso la regione dall’area geografica vinicola delle bollicine d’eccellenza, reintegrata alla zona di appellazione di origine controllata solo nel 1927 dopo una rivolta dei vignerons locali. Oggi Aube rappresenta il 20% della champagne.

E’ proprio in questi luoghi, dove la Senna scorre con fare dolce ed elegante, in una cornice paesaggistica che pare ritratta dalla mano sensibile di un’artista, che oggi si possono apprezzare champagne d’eccezione, nati dall’incontro tra un terroir unico e dei vignerons appassionati.

Il sogno, l’ambizione di produrre uno champagne unico e di carattere, espressione di un territorio, di una cultura, di una passione, quella dei vignerons, che desidera regalare piacere ad ogni bottiglia.

Il suolo di questa zona è a dominante calcarea e le viti sono in gran parte piantate sui fianchi delle colline.

Una nuova generazione di produttori di valore si distingue per l’eccellenza dei prodotti che propone al mercato internazionale, grazie alla lavorazione di uve di elevata qualità. Un sogno che si tramuta in realtà nella veste di “Champagne Robert Barbichon.

Barbichon

La maison Robert Barbichon si trova a Gyé-sur-Seine, nel cuore della Côte des Bar, gestita attualmente dai fratelli Thomas e Maxime Barbichon i quali, dopo aver appreso il mestiere di vignaiolo dal padre Robert, si sono convertiti ai principi dell’agricoltura biodinamica, applicandoli nei vigneti di famiglia.

Piccola azienda familiare di récoltant-manipulant (rm), giunta alla quarta generazione, con 9 ettari di vigneti che si estendono su suoli argilloso-calcarei della Côte des Bar. I vigneti, esposti a sud, sono coltivati per la maggior parte a Pinot Noir. Tuttavia, vi troviamo anche Chardonnay, Pinot Blanc e Pinot Meunier. Fedeli ai principi della biodinamica, i fratelli Barbichon allevano le viti con spiccata sensibilità ambientale, mostrando particolare cura per ceppi presenti in vigna da più di 30 anni.

Gli ingredienti che rendono unici gli champagne di Robert Barbichon sono la passione, la dedizione al lavoro e soprattutto, l’immenso rispetto della Natura. Bollicine “RB” , un’espressione nitida, intensa e decisa di questa area vitivinicola. Vini immediati, dal corredo aromatico di grande complessità e ricchezza, ma anche connotati da pulizia e verticalità. Champagne che non perdono eleganza ed arte seduttiva, capaci di attrarre anche gli amanti delle bollicine francesi più esigenti.

Della produzione “RB” abbiamo degustato lo Champagne Reserve “4 Cepages” Brut il cui riferimento ai “4 cépages” nasce dalla sua composizione: 3 vitigni (cépages) tipici della Champagne (10% Chardonnay, 70% Pinot Noir, 10% Pinot Meunier) in compagnia per un 10% del Pinot Blanc. Affinamento sui lieviti in bottiglia per 40 mesi. Grande freschezza e sapidità, alimentata da profumi floreali e speziati. Gusto ampio, vellutato e cremoso, espressione di un ottimo equilibrio con sapori che richiamano la frutta gialla e la crosta di pane; la beva è facile e trascinante con un finale molto elegante e delicato, come si addice alla personalità di uno champagne.

Emozioni intense e piacevoli anche dal Blanc de Noirs Brut, Pinot Noir in purezza. Un bouquet intrigante, con dominante fruttata, una rievocazione di frutta matura dove i sentori di pera, agrumi e pesca cedono il passo a note di pane tostato sino a proseguire il suo lento “corso” olfattivo con impeti di mineralità.

Il gusto ci riconduce a vivaci richiami minerali, leggermente salini, regalandoci un lungo finale che evoca note esotiche, avvolgendo il palato in un dolce abbraccio.

E allora che dire…. In alto i calici per brindare a questi piccoli vignerons, mossi solo dalla grande passione per il loro vigneto e capaci di mettersi sempre alla prova, sperimentando…..! Artisans che coltivano la propria terra, ne conoscono ogni angolo, ogni diversità, animati da una sola lodevole filosofia, quella di non tendere mai all’omologazione del gusto, lasciando sempre trasparire in ogni bottiglia il terroir …., in ogni calice la magia di luoghi unici ….!

Salvatore Del Vasto

Sabrina Signoretti

 

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

PER INFORMAZIONI PUBBLICITARIE CONTATTARE LA REDAZIONE
To Top