News

Aprile 2017 gelata nelle vigne

Nella nottata tra il 18 e 19 Aprile un ondata di freddo proveniente dal Nord Europa si è abbattuta sull’Italia, così dopo un avvio di primavera mite con temperature sopra le medie, abbiamo visto giungere correnti artiche sulla nostra penisola che unite ad un forte vento hanno portato ad un notevole abbassamento delle temperature un pò ovunque.

Le temperature sono scese durante la notte a valori prossimi allo e tale situazione dovrebbe continuare fino al 21 Aprile, a questo si aggiunge che in alcune zone del Italia anche la grandine ha fatto la sua parte

Le gelate che si sono verificate  e che hanno colpito alcune vigne italiane, hanno fatto affermare a molti viticoltori che la vendemmia 2017 ormai rovinata.

germogli gelati dal freddo intenso

La Coldiretti si mette in evidenza che a  Vicenza le grandinate hanno distrutto interi vigneti di merlot, raboso e cabernet e il gelo ha piegato molti vigneti nella zona dei Colli Berici. A Padova le gelate hanno interessato i vigneti dei Colli Euganei nelle zone più basse ed esposte, colpendo soprattutto le piante più piccole e più giovani e le varietà come glera, moscato giallo e raboso.

A Montalcino e in Piemonte molte vigne hanno visto i germogli bruciati dal freddo intenso anche se la situazione non sembra ancora allarmante ,  la maggior preoccupazione è legata al repentino cambiamento del tempo con un clima che in Italia si manifesta con ripetuti sfasamenti stagionali ed eventi estremi, come il rapido passaggio dalla siccità all’alluvione e precipitazioni brevi e violente accompagnate da grandine con pesanti effetti su tutta l’agricoltura italiana.

Si stima che negli ultimi 10 anni a causa di un clima impazzito si siano avuti danni per circa 14 miliardi di Euro.

 

La situazione nonostante la notevole criticità spingerà i viticoltori ad ingegnarsi per salvare il salvabile,  anche se ad oggi la situazione in alcune zone d’Italia è veramente critica, ci troviamo difronte a mesi e mesi di lavoro completamente gettati al vento ,  spero che dopo momenti di angoscia e rabbia i vignaioli sappiano trovare con il loro lavoro a capacità di trovare soluzioni.

Pertanto cerchiamo di superare questa difficoltà e andare avanti.

Daniele Moroni

 

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

PER INFORMAZIONI PUBBLICITARIE CONTATTARE LA REDAZIONE
To Top